salehaircolor.net
销售头发颜色的最简单方法


Salehaircolor.net :

如果您需要出售或购买头发颜色,委托给门户网站,让您在瞬间接触和了解世界各地的公司和客户。

news n°
93772
From gossip
01 Jul 2020
Trizzi Team International Hairstylist

La collezione LIFE P/E 2020 di Trizzi team è un inno alla vitalità. Caratterizzata da morbidezze che prepotentemente si impongono nella scena della moda, la collezione Life è cangiante e animata da dinamismo: movimento incessante e necessario. In accordo perfetto con i colori, la collezione LIFE P/E 2020 non risparmia colori caldi e freddi in una ricerca continua di nuance inesplorate.

Ph: Marcello Bocchieri
Make-up: Erica Santoro
Stylist:  “saks” Ragusa

hair-collections

news n°
93909
From gossip
06 Jul 2020
Makeover INTERNATIONAL HAIRSTYLIST

Sometimes collections do not stem from inspiration, sometimes they are born, as in this case, of loose ideas, of an isolated concept and nothing to do with the previous one, and with that you seek to link elements and create harmony where before there was nothing, only rust and dirty shades, which begin to fit together to form a creation.

Ph: David Arnal
Make-up: Eva Quilez
Stylist: Eva Quilez

hair-collections

news n°
93816
From gossip
02 Jul 2020

NATURAL HP presenta in ESCLUSIVA la GAMMA di PRODOTTI che assicura pulizia e profonda igiene dell'ambiente e della persona, aiutando a rimuovere con efficacia germi, batteri e muffe

igienizzante

LA LINEA di PRODOTTI comprende:

  • GEL MANI IGIENIZZANTE Flacone 1000 ml con dispenser dispenser codice 6002
  • GEL MANI IGIENIZZANTE Flacone 500 ml con dispenser dispenser codice 6009
  • TOP WATER Flacone 250 ml con dispenser spray codice 6005
  • SPRAY IGIENIZZANTE Flacone 250 ml con dispenser spray codice 6004
  • IGIENIZZANTE LAVA MANI Flacone 500 ml tappo tip top codice 6003
  • PAVIM AMMONIO Detergente pavimenti tanica 5 Litri codice 6008
  • RICARICA TOP WATER IG. per superfici tanica 5 Litri codice 6010
  • TOP WATER IG. per superfici Flacone 500 ml con mini-trigger codice 6007
  • PURE AIR IG. agli oli essenziali Flacone 200 ml con dispenser spray codice 6006
  • SPRAY MANI IGIENIZZANTE Flacone 100 ml pratico in spray codice 6011.

Richiedi Maggiori Informazioni. info@globelife.com

NATURAL HP è un BRAND premiato
che si è meritato
l’inserimento fra
i 100 migliori prodotti
scelti da BEAUTY BAZAR 2020

news n°
147893
From beautynews
09 Jul 2020
Laura Chiatti è impegnata con le riprese di un nuovo progetto top secret e per recarsi sul set ha puntato tutto su un look davvero originale. Ha guidato con una maschera di carta sul viso, degli occhiali da sole maxi e un cappello, apparendo decisamente irriconoscibile.
news n°
94008
From gossip
08 Jul 2020
beauty bazar fashion natural hp

NATURAL HP è sulla copertina di BEAUTYBAZAR FASHION.

NATURAL HP Srl è nata nel contesto professionale italiano, ha raggiunto in poco tempo importanti risultati facendosi riconoscere come un brand al 100% made in Italy.

Creata dai suoi fondatori, la famiglia Caserza con lo scopo di offrire ai propri clienti prodotti di prestigio sul mercato italiano.

Natural HP è la creazione di un'azienda Leader nella fabbricazione di prodotti cosmetici e professionali per i saloni di parrucchieri, e nasce per realizzare insieme, una realtà aziendale in grado di soddisfare le richieste del mercato dell'Hair Professional. Opera nel settore della ricerca, progettazione, produzione e distribuzione, realizzando prodotti ad altissimo livello qualitativo e di grande innovazione.

Detiene marchi storici Susan Darnell, Vitos e Marisella da sempre presenti nel settore tricologico professionale.

NATURAL HP è in copertina !

BEAUTY BAZAR FASHION è lo short magazine dedicato alla moda-capelli di tendenza e NATURAL HP si è aggiudicato la copertina di questo numero.

Sfoglia on line la rivista

Natural HP Srl - Strada Statale 77, Loc. Gallinaria
16047 Moconesi (Genova), Italia - tel. +39 0185 939228

Per ulteriori informazioni: info@globelife.com

news n°
147888
From beautynews
09 Jul 2020

Il film Spike Lee BlacKkKlansman, vincitore di un Oscar nel 2018, si apre con uno spezzone del film Via col vento, il dramma epico sulla Guerra Civile del 1939 diretto da David O Selznick. Vediamo la protagonista del film, Rossella O’Hara (Vivien Leigh), attraversare un cantiere ferroviario pieno di soldati feriti, mentre una bandiera stracciata degli Stati Confederati sventola in lontananza. Lee accosta questa immagine a quella di Alec Baldwin, nel ruolo del narratore segregazionista, che ha la stessa bandiera, oggi simbolo del nazionalismo bianco, in ufficio. Nell’invettiva razzista che segue, il suo personaggio si mostra nostalgico nei confronti del passato, di un periodo caratterizzato dall’asservimento dei neri, idealizzato per le generazioni future in sfarzosi melodrammi in technicolor come Via col vento.

Vivien Leigh e Hattie McDaniel, Via col vento, 1939.
VIVIEN LEIGH, HATTIE MCDANIEL, VIA COL VENTO, 1939
Vivien Leigh e Hattie McDaniel, Via col vento, 1939.
Photography Alamy

Lee non è stato il primo a prendere di mira il grande classico hollywoodiano, della durata di quasi 4 ore. Il film in realtà aveva scatenato l’ira del pubblico già al momento della sua uscita. Gli afroamericani avevano protestato alle prime del film in varie città, fra cui Chicago e Washington, denunciando il modo in cui veniva glorificata la schiavitù. I giornalisti neri avevano condannato la pellicola dalle pagine del Chicago Defender e del Pittsburgh Courier, ma la stampa white fu invece incantata dal film, e la sua opinione divenne quella prevalente. Negli 81 anni che sono seguiti all'uscita per arrivare fino a oggi, ci sono stati sprazzi di dissenso — il critico Lou Lumenick nel 2015 ha chiesto che il film fosse relegato nei musei; l’Orpheum Theatre di Memphis nel 2017 lo ha cancellato dalla sua programmazione— ma solo oggi, sull’onda delle proteste globali in sostegno a Black Lives Matter, sembra che il mondo finalmente stia prestando attenzione.

Un’eredità contestata

L’8 giugno, due settimane dopo lo scoppio delle proteste a seguito della morte di George Floyd, lo sceneggiatore John Ridley ha richiesto alla piattaforma streaming HBO Max di rimuovere Via col vento dalla sua programmazione con un op-ed sul Los Angeles Times. Ridley ha chiesto che il film venisse rimosso per un certo periodo in segno di rispetto, per poi essere reintrodotto con un chiarimento sul suo contesto storico. Il giorno dopo, HBO Max ha accettato. Alla fine della settimana, la studiosa di cinema Jacqueline Stewart ha annunciato che avrebbe fornito una nuova introduzione al film una volta reintrodotto. 

Il 24 giugno Via col vento è tornato su HBO Max con due video aggiuntivi: un’introduzione in cui Stewart afferma che il film ‘nega gli orrori della schiavitù’ e un dibattito della durata di un’ora che approfondisce la questione dell’eredità contestata del film. “Gli spettatori dovrebbero considerare il fatto che quando il film è stato girato, la vita in America era strutturata secondo la segregazione razziale”, spiega Stewart a Vogue. “Quando ci fu la prima di Via col vento, i membri del cast afroamericano non furono invitati alla prima di Atlanta. Quando Hattie McDaniel vinse l’Oscar per la sua interpretazione di Mammy, dovette sedere a un piccolo tavolo, separata dagli altri attori”.

Hattie McDaniel in un ritratto pubblicitario di Via col vento, 1939.
Hattie McDaniel in un ritratto pubblicitario di Via col vento, 1939.
Hattie McDaniel in un ritratto pubblicitario di Via col vento, 1939.
Photography Shutterstock

McDaniel, anche se fu la prima attrice nera a vincere un Oscar, interpretò lo stesso ruolo per tutta la sua carriera, facendo la cameriera almeno 74 volte. “Era come se avessi fatto qualcosa di sbagliato”, aveva detto a proposito della sua vittoria, nel 1944. “Questo tipo di contestualizzazione ci aiuta a capire che il film non era solo una pellicola storica di finzione”, continua Stewart. “Ma il prodotto di un’epoca ancora caratterizzata da una palese disparità razziale”.

Effetto domino

Se molti dei detrattori del film hanno accolto in modo positivo questa nuova contestualizzazione, altri credono non sia sufficiente. Come Queen Latifah, che interpreta McDaniel nella serie Netflix Hollywood diretta da Ryan Murphy, e che ha dichiarato all’ Associated Press che Via col vento dovrebbe sparire per sempre dalla circolazione. Anche se è improbabile che il film possa sparire dai circuiti cinematografici — come nel caso del controverso musical targato Disney del 1946, Song of the Southil dibattito sul film ha innescato un riesame dei grandi classici di Hollywood. Nel Regno Unito, Sky ha aggiunto dei disclaimer a corredo di una serie di film: Il cantante di jazz del 1927 con attori in “blackface”; Colazione da Tiffany del 1961 in cui Mickey Rooney interpreta un giapponese; e Lawrence d’ Arabia del 1962, in cui si sostiene il punto di vista del “salvatore” bianco. 

LOS ANGELES, CA - NOVEMBER 19:  Actress Viola Davis poses in the press room at the 2017 American Music Awards at Microsoft Theater on November 19, 2017 in Los Angeles, California.  (Photo by Jason LaVeris/FilmMagic)
News
Viola Davis e il suo discorso "virale" contro le discriminazioni a Hollywood
Nel momento della resa dei conti globale con il razzismo sistemico, tutti condividono le parole dell'attrice premio Oscar che punta il dito contro la situazione degli attori black nell'industria del cinema 

La questione non riguarda solo il passato remoto. Nelle ultime settimane, Netflix, BritBox e BBC iPlayer hanno rimosso la serie comica degli anni Duemila Little Britain dalle loro piattaforme a causa dell’uso del “blackface” da parte dei due attori protagonisti. The Mighty Boosh e The League of Gentlemen sono stati rimossi da Netflix per lo stesso motivo; e il reality show Cops è stato cancellato dalla Paramount Network perché accusato di glorificare la polizia senza che questa renda conto della proprie azioni; quattro episodi di 30 Rock sono stati rimossi dallo streaming, qui alcuni attori appaiono in “blackface”; e l’episodio ‘The Germans’ di Fawlty Towers è stato eliminato dalla piattaforma streaming UKTV per poi tornare disponibile con un avviso su contenuti e linguaggio potenzialmente offensivi.

Una questione che resta cruciale

Mentre riesaminiamo film e serie che possono contenere insulti razzisti o rappresentazione caricaturali di persone di colore, è importante esaminare anche le produzioni la cui conservazione dello status quo risulta più impercettibile. Come The Help, il commovente film del 2011 di Tate Taylor che racconta la storia di una donna bianca (Emma Stone) che nel Mississippi degli anni 60 denuncia gli episodi di razzismo subiti da due cameriere nere (Viola Davis e Octavia Spencer). Questi due personaggi restano ai margini, mentre si glissa sul loro dolore e il senso di colpa dei bianchi viene perdonato. In un’intervista del 2018 al New York Times, Viola Davis ha dichiarato di essersi pentita di aver accettato quel ruolo: “Mi sono sentita come se, alla fine, non fossero le voci della cameriere a essere ascoltate”.

Il 4 giugno, mentre la protesta montava, il film è volato in vetta alla classifica dei film più visti su Netflix provocando la reazione negativa sui social. La coprotagonista di Stone, Bryce Dallas Howard, ha invitato gli spettatori ad allargare i propri orizzonti, scrivendo su Instagram: “The Help è una storia di finzione raccontata dal punto di vista di un personaggio bianco, ed è stata creata da sceneggiatori in prevalenza bianchi. Possiamo tutti andare oltre”. Taylor non ha ancora risposto ai commenti.

Emma Stone, Octavia Spencer, Viola Davis in The Help, 2011.
The Help - 2011
Emma Stone, Octavia Spencer, Viola Davis in The Help, 2011.
Photography Shutterstock

Film simili, quelli che ispirano buoni sentimenti, che contengono gli stereotipi del “salvatore” bianco e trame troppo semplificate sulla riconciliazione razziale, sono ancora molto comuni a Hollywood: da The Blind Side del 2009 e Free State of Jones del 2016 a Green Book del 2018, vincitore di un Oscar come miglior film. Storie che ci fanno sentire bene, e che offrono soluzioni semplici a problemi che il settore ignora da molto tempo, una questione che non sarà mai risolta se non affrontiamo in maniera diretta gli orrori del nostro passato cinematografico. Dobbiamo rivalutare la storia del cinema guardando ai nostri punti di riferimento culturali con occhio più critico, inserendo disclaimer e notifiche ove necessario, e riconoscendo il fatto che il secolo scorso all’insegna del “whitewashing” continua a influenzare i contenuti che produciamo oggi. Solo allora saremo in grado di interrompere questo pattern e creare un futuro migliore. 

Un riesame culturale

I critici più conservatori continueranno a considerare queste iniziative una forma di censura, ma nessuna di queste opere verrà rimossa per sempre. Le serie TV rimosse dallo streaming e nei circuiti syndication sono ancora disponibili nei cofanetti di DVD e Via col vento adesso si può trovare su HBO Max ma anche su iTunes, Google Play e Amazon Prime. E gran parte di chi desidera che tutti noi vediamo questi film sotto una nuova luce non invoca la loro messa al bando definitiva. “È importante che film come Via col vento restino disponibili perché sono una prova del modo in cui la gente ha considerato la razza e la schiavitù per generazioni”, afferma Stewart. “Attraverso quei film, possiamo vedere in che modo si sono sviluppati alcuni particolari stereotipi ... e ci aiutano anche a capire in che modo sono presenti in altri classici del cinema”.

Viggo Mortensen e Mahershala Ali in Green Book, 2018
Green Book - 2018
Viggo Mortensen e Mahershala Ali in Green Book, 2018
Photography Shutterstock

Tutto quello che chiede è che Via col vento non venga trattato come un punto di riferimento inattaccabile. Per decenni, questo e altri film innegabilmente razzisti, come il grande successo del 1915 The Birth of a Nation – Nascita di una nazione di DW Griffith, hanno occupato un posto di rilievo nel nostro immaginario culturale. Il primo è stato selezionato dalla US Library of Congress per essere conservato nel National Film Registry, viene celebrato con proiezioni annuali e nei festival e studiato nelle scuole di cinema di tutto il mondo. È arrivato il momento di farlo scendere dal suo piedistallo, di considerare il suo vero impatto sul mondo e di decidere se merita davvero tutti gli elogi ricevuti per così tanto tempo. 

“È un’opportunità davvero importante”, dice Stewart, della rivalutazione attualmente in corso. “Oggi più che mai sempre più persone si interessano di violenza contro i neri e di diseguaglianza razziale e questo significa, speriamo, che sempre più persone vedono con chiarezza i problemi che attraversano la nostra storia, la nostra società e i media, quelli per cui gli afroamericani protestano da tanto tempo”. L’obbiettivo non è il controllo culturale o la rimozione dell’ansia collettiva, ma comprendere il nostro passato per non ripetere più gli stessi errori. “Se guardiamo questi film con una maggiore sensibilità rispetto al loro contesto originale, avremo una comprensione più profonda dei film e di noi stessi come spettatori”, afferma. “E poi dobbiamo chiedere di vedere più film fatti da persone che sono state emarginate, perché anche loro possano raccontare la loro storia”.

news n°
147885
From beautynews
09 Jul 2020
Il look più originale dell'estate 2020? Quello sfoggiato da Ilary Blasi per la festa dell'amica Giorgia. La conduttrice ha infatti indossato una tuta asimmetrica con i pantaloni lunghi da un lato, cortissimi dall'altro. Ha poi completato il tutto con delle scarpe col tacco "a contrasto".
news n°
147887
From beautynews
09 Jul 2020

Westwing ci ha accompagnato a casa della It-girl e digital influencer spagnola Alex Rivière. Non la conoscete? È arrivato il momento di rimediare. Consulente di moda, stilista e designer (attualmente sta lavorando al lancio della propria linea di abbigliamento), nonché fondatrice e direttrice creativa di RIVI Studio, agenzia che offre competenze e servizi in direzione creativa, produzione e marketing digitale per il settore fashion & luxury, Alex Rivière è oggi una delle personalità internazionali più interessanti del settore. E quando Westwing ci ha proposto di visitare il suo nuovo appartamento a Barcellona abbiamo subito accettato.

Spagnola di origini francesi, Alex basa la sua vita su 3 principi fondamentali: tenacia, integrità e costanza. Il suo motto? Less is more. Un'estetica che si respira in ogni angolo della casa, dove prevalgono toni neutri e chiari scanditi da dettagli in marmo e legno, oltre che da alcuni pezzi di design più scuri, armoniosamente disposti in un ambiente curato fin nei minimi dettagli. Il parquet in legno chiaro e le pareti bianche danno luminosità e un senso di pace a tutto l’appartamento. Tra gli arredi chiave firmati Westwing Collection spiccano il grande divano Tribeca in soggiorno, il tavolo Lesley e la sedia Sissi in paglia di Vienna, uno dei best seller di questa stagione.

20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01225.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01226.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01227.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01228.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01229.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01230.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01231.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01232.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01233.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01234.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01235.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01236.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01237.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01238.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01239.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01241.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01242.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01243.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01244.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01245.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01246.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01247.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01248.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01249.jpgWestwing
20CW24_ES_Alex Rivière_Homestory_01250.jpgWestwing
news n°
147895
From beautynews
news n°
147881
From beautynews
09 Jul 2020
Sophie Williams ha 32 anni, ricopre un'importante posizione in una nota agenzia pubblicitaria britannica ma è stata spesso discriminata a causa del colore della sua pelle e dei suoi capelli afro. Spesso è stata scambiata per una semplice assistente, nessuno credeva al fatto che una donna di successo potesse essere nera.
news n°
93986
From gossip
08 Jul 2020

ECHOSLINE del Gruppo PETTENON, brand specializzato nel Professional Hair Care, persegue la sua rinnovata filosofia Vegan che vede con MAQUI 3 la risposta al concetto di Clean Hair Beauty

ECHOSLINE MAQUI 3 Pettenon

PADOVA - San Martino di Lupari – Un affascinante racconto si cela dietro alla scelta del Superfood della Patagonia come protagonista dell’ultimo lancio di ECHOSLINE per rafforzare il suo posizionamento Vegan.

La “bacca dell’eterna giovinezza”, così viene definito il frutto dell’albero di Maqui, rappresenta la vera essenza di questa linea vegan, compatta e intelligente.

Per raccontarne la storia, è necessario trasferirsi in Patagonia, terra dagli enormi spazi selvaggi, battuti da vento e sole. Qui l’albero del Maqui cresce rigoglioso e rafforza l’ambiente che lo ospita, permettendo da sempre al suolo di riprodursi dopo danni ambientali quali incendi, frane, alluvioni. Maqui è un simbolo di pace e di benevole intenzioni, una pianta venerata dalla popolazione locale, che crede questo albero capace di porre in perfetta armonia ed equilibrio vita umana e natura, oltre che a proteggere la biodiversità del nostro pianeta.

La linea MAQUIi 3 parte proprio da questo ingrediente che porta con sé tutta la naturalità e la ricchezza di un attivo che vuole confermare il percorso di Echosline verso il Vegan e la Clean Hair Beauty.
Meno ingredienti, ma più funzionali e sicuri, formule 100% vegan, senza siliconi, solfati, parabeni; packaging che, oltre ad utilizzare plastica riciclata, consentono di contenere più prodotto con meno impiego di plastica*. Un impegno concreto di perseguire la sostenibilità, senza mettere in secondo piano la performance.

Tre sono le esigenze specifiche a cui risponde la linea: Capelli Secchi, Capelli Danneggiati, Capelli Colorati e Decolorati.

La linea MAQUI 3 comprende:

  • ALL-IN SHAMPOO idratante e delicato, ideale per capelli secchi e trattati, è formulato con super-ingredienti dalle elevate capacità di azione al 98% naturali e con l’87% di Biodegradabilità, deterge e lascia il capello leggero e nutrito.
  • ALL-IN OIL l’olio bifasico illuminante per capelli secchi e trattati che elimina l’effetto crespo e dona setosità a lunghezze e punte senza appesantire. Presenta una formula particolarmente idratante ed illuminante arricchita con estratto di Maqui e Acqua di Cocco.
  • HYDRA-BUTTER maschera burrosa nutriente specifica per capelli secchi, arricchita con estratto di Maqui e prezioso Burro di Karitè dalle proprietà emollienti, che condiziona e nutre in profondità il capello secco e disidratato, rendendolo vitale e brillante.
  • COLOR SAVING BALM il conditioner protettivo per capelli colorati e decolorati, la cui speciale tecnologia protegge, sigilla e rende brillante il colore cosmetico, grazie alla sinergia di estratto di Maqui ricco di antiossidanti e Burro di Karitè dalle proprietà emollienti.
  • RESTORING LOTION la lozione specifica per capelli danneggiati e trattati che ripara e rigenera la struttura interna del capello, rendendolo straordinariamente idratato e sano. Una formula non grassa con Estratto di Castagna e Maqui (99% di ingredienti naturali).

Be Smart. Be Vegan. Be Maqui:
una vera e propria filosofia da amare e coltivare.

CREDITS
Hair: Stylistic Team Echosline
Photo: Marco di Filippo

Richiedi Informazioni: info@globelife.com

news n°
94030
From gossip
09 Jul 2020
Sophie Gibson, Jonathan Turner International Hairstylists

Our collection is called School Yearbook and is based on a 1970s yearbook. It was important to us that we made sure each image had its own individuality.  We achieved this by giving each model their own character and really thought about how they would wear their hair, how they might dress and how they might feel as a woman. We then brought the collection together by giving each model a pair of wide and chunky glasses.The collection is all about having fun, creating a feeling of joy and, most importantly, celebrating individuality.

Ph : Michael Young
Make-up : Kirsten Baillie
Stylist : Clare Frith

hair-collections

news n°
93919
From gossip
06 Jul 2020
Goloka International Hairstylist

ONE HIT Wonder is the first collection of the team of Goloka Creators stylists, a statement of intentions ready to break with the established this spring-summer 2020. Irreverent, indiscreet, something extravagant and countercultural. And only. A first and exceptional success.

Ph: Juan de la Jota
Make-up: Sara Delpon
Stylist: Tina Kun - Patricia Veira

hair-collections

news n°
147897
From beautynews
09 Jul 2020
È partita a Parigi la prima Digital Fashion Week e ad "aprire le danza" è stata Dior. Maria Grazia Chiuri ha collaborato con Matteo Garrone, presentando la collezione Haute Couture per l'Autunno/Inverno 2020-21 con un film-fiaba in cui le splendide e preziose creazioni di Alta Moda vengono indossate da ninfe, sirene e statue incantate.
news n°
147883
From beautynews
09 Jul 2020
Molta della frutta e della verdura estiva è ricca di antiossidanti, delle sostanze in grado di proteggere il nostro organismo dall'invecchiamento cellulare. Il dottore Loreto Nemi, dietista e nutrizionista, spiega quali sono gli alimenti che ne contengono in maggior quantità e perché non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole.
news n°
147882
From beautynews
09 Jul 2020
Tendenza moda estate 2020: sneakers. Oggi una guida a come abbinarle ai vestiti estivi

La soluzione casual più amata nella quotidianità: indossare un paio di sneakers con un semplice vestito. Queste scarpe sono un accessorio smart che sta bene proprio con tutto, anche con quell'abito couture che avete nell'armadio. Lo sanno bene le star e le trend setter, avvistate durante le fashion week che non hanno remore a sfoggiarle con un mini dress di Chanel o un semplice abito vestaglietta dalla fantasia floreale.

Copia il look
Come indossare le sneakers con gonne e vestiti
L'eleganza passa anche dalle sneakers: ecco come indossare le scarpe da ginnastica con gonne e vestiti lunghi

Al di là del modello delle sneakers (bianche, chunky, firmate, di tela o pelle), nella calda stagione suggeriamo di sfoggiarle con abiti cortissimi e una tracolla compatta per porre l'accento su una forma di femminilità che sta al passo con i tempi.

Non mancano gli outfit giocati sui contrasti: le sneakers dalla suola robusta si possono abbinare ad ampi dress, nuovi prairie dress ricchi di balze e ruches. Non solo la moda suggerisce di portarle con slip-dress e maxi blazer, per un outfit casual chic, studiato per la città.

Street Style - Paris Fashion Week - Womenswear Fall/Winter 2020/2021 : Day NineClaudio Lavenia
Street Style - Dusseldorf - June 9, 2020Christian Vierig
Street Style - Berlin - June 23, 2020Jeremy Moeller
Street Style - Berlin - June 27, 2020Jeremy Moeller
Street Style - Paris Fashion Week - Womenswear Fall/Winter 2020/2021 : Day NineKirstin Sinclair
news n°
147892
From beautynews
09 Jul 2020

In occasione del 25° anniversario del brand, Raf Simons sta riproducendo 100 capi dall'archivio che torneranno disponibili a fine 2020.

Il designer belga, che a inizio anno era stato annunciato come nuovo co-direttore creativo di Prada, è di certo tra gli stilisti che hanno rivoluzionato la moda uomo (e non solo) degli ultimi decenni. Dal 2005 al 2018, Simons è stato ai vertici di Jil Sander, Dior e Calvin Klein, ma sono i pezzi d'archivio che portano la firma del suo brand i più cercati nei siti dell'abbigliamento di lusso di seconda mano.

Per celebrare 25 anni dalla fondazione del brand Raf Simons, lo stilista ha selezionato 100 pezzi dalle sue collezioni più famose, che riporteranno in vendita tutto il DNA del marchio in una nuova collezione chiamata Raf Simons Archive Redux.

La collezione includerà capi della sua prima collezione per l'autunno 1995; le camicie rosse e le cravatte sottili indossate dai Kraftwerk per lo show "Radioactivity" dell'autunno 1998; le felpe con cappuccio KOLLAPS viste in passerella per la collezione primavera del 2002 con la scritta "Guai a coloro che sputano sulla generazione della paura... Il vento la respingerà". Gli altri 97 capi d'archivio che torneranno disponibili a dicembre 2020 non sono ancora stati svelati, ma siamo certi che la linea Raf Simons Archive Redux includerà pezzi dalle sfilate che hanno fatto la storia di Raf Simons.

L'Uomo
Raf Simons: il video di una delle sfilate più importanti
Appare online un filmato d'archivio della collezione autunno inverno 2001 2002

I prezzi di vendita dei capi d'archivio Raf Simons, disponibili online su siti come Vestiaire Collective o Grailed, si aggirano dai 2.500 ai 7.500 euro per i trench e le felpe più rare, fino a superare i 50.000€ per i capi in pelle e i bomber della collezione Riot!Riot!Riot! dell'inverno 2001. Non è ancora noto invece il range di prezzo che avranno i capi della nuova linea Raf Simons Archive Redux che arriverà online a dicembre 2020.

news n°
93806
From gossip
02 Jul 2020
Sarah Clements & Rachel White International Hairstylists
Sarah Clements & Rachel White International Hairstylists

Find put the latest hair collection, called “Avone Gorge, Bristol ”, made by “ Sarah Clements & Rachel White” international hairstylist from UK

Ph: Bethany Aldred
Make-up: Destiny Linwood
Stylist: Sarah Clements & Rachel White

hair-collections

news n°
147891
From beautynews
09 Jul 2020

Complici le restrizioni imposte dal lockdown, molti artisti hanno fatto di necessità virtù e si sono chiusi in casa - o in studio - a produrre e registrare musica bellissima. Ma quali saranno le canzoni dell'estate, sicuramente la più atipica della nostra vita? Quali i tormentoni che ci faranno ballare, seppur distanziati e muniti di mascherina? Difficile, difficilissimo dirlo: durante la fase 1, gli ascolti delle radio sono calati sensibilmente. Ma anche in questa fase successiva di transizione, non è mai stata così ardua la promozione musicale: a causa di festival e concerti fermi ai box, ma anche dell'annullamento degli eventi in store, i cosiddetti firmacopie. Eppure, come detto, è uscita e sta per uscire della bellissima musica: ecco perché la necessità di ospitare sulle pagine di Vogue.it uno spazio dedicato alle nostre release preferite. In attesa di poterle ballare di nuovo abbracciati.

Musica
At home with Vogue: le playlist musicali da ascoltare a casa
Una playlist al giorno selezionata dai nostri artisti preferiti. In esclusiva per il canale Spotify di Vogue Italia
FRAH QUINTALE, BANZAI

Come è nato Banzai, e cosa rappresenta per te e per la tua crescita artistica? Banzai è nato dall’esigenza di raccontare un po’ di cose che mi sono successe tra l’uscita del mio primo album (Regardez Moi, ndr) e questa prima parte del 2020. Questo lato del disco contiene racconti autobiografici e pezzi più leggeri, per me rappresenta un punto di svolta nella ricerca delle sonorità.

Dal punto di vista musicale come descriveresti quest’ultimo progetto?  Il suono si avvicina all’RnB e a sonorità più black rispetto al lavoro precedente, volevo cercare di smarcarmi dall’indie italiano e di rendere il progetto più personale possibile, dai suoni delle strumentali all’uso della voce fino all’intero artwork del progetto. 

Frah Quintale © Valentina De Zanche
Frah Quintale © Valentina De Zanche

Qual è la traccia con una bella storia da raccontare? Secondo me, Allucinazioni (feat. Irbis37) è un bello spaccato dell’amicizia tra me, Martino (Irbis) e tutti i ragazzi del suo collettivo. Il brano racconta una serata psichedelica finita all’alba da qualche parte a Milano. 

Con chi (e come) hai collaborato durante la realizzazione dell’album? Sulle produzioni mi sono affidato come sempre a Ceri, con me anche su tutti i lavori precedenti. Inoltre, sono presenti Bruno Belissimo, Crookers e al microfono IRBIS37 (giovane talento di casa Undamento). Le collaborazioni nascono in maniera molto spontanea, condividere la stessa visione musicale è fondamentale ma è soprattutto il lato umano a rendere speciale una collaborazione. Preferisco lavorare con i miei amici che avere il nome del momento sul disco. 

A chi dedichi Banzai? Lo dedico a chi ha l’esigenza di cambiare pelle di continuo, a chi sta cercando di cambiare delle cose nella sua vita,  a chi come me sente il bisogno costante di scoprire, di scoprirsi e di rinnovarsi.

news n°
147896
From beautynews
09 Jul 2020
Kate Middleton ha fatto visita al Queen Elizabeth Hospital di King's Lynn e per l'occasione è apparsa in versione bon-ton con un abito in blu scuro con il colletto da "collegiale". La scelta di stile non sembrerebbe essere casuale, sarebbe un omaggio alla compianta principessa Diana, che lo scorso 1° luglio avrebbe compiuto 59 anni.
news n°
93731
From gossip
01 Jul 2020

ENVIE: rispetto dei capelli e rispetto dell’ambiente è la nuova filosofia produttiva di Envie Vegan Green Hair Color

ENVIE VEGAN

Colorazione permanente in crema, non aggressiva, in grado di coprire i capelli bianchi, in grado di tonalizzare e schiarire fino a 2,5 toni.

SENZA AMMONIACA - SENZA MEA - SENZA PPD - SENZA RESORCINA - SENZA NICHEL

PLUS del PRODOTTO :
BASSISSIMO GRADO DI NOCIVITA’
con BURRO DI MURUMURU (lucidante)
con ZANTHALENE (anti prurito)
con KERAVIS (cheratina vegetale)
con CUTICLEX (protettivo)
con VITAMINA C (antiossidante)
CERTIFICATA VEGAN OK

hair products vegan

CERTIFICAZIONE VEGAN OK N. 0681

DESCRIZIONE:

Riflessi lucidi e ottima profumazione naturale di salvia e lavanda. Miscelazione facile 1 : 1 con ossigeno cremoso. Contiene cuticlex, cheratina vegetale, e acido sebacico che proteggono e rinforzano il capello; contiene plex system sistema di alta protezione dello stelo e della cute; contiene burro di murumuru fortemente idratante e lucidante; contiene oltre 60 % di prodotto naturale demineralizzato.

ENVIE è un BRAND premiato
che si è meritato
l’inserimento fra
i 100 migliori prodotti
scelti da BEAUTY BAZAR 2020


Richiedi Maggiori informazioni: info@globelife.com

news n°
93883
From gossip
06 Jul 2020
Luigi Martini International Hairstylist

Find put the latest hair collection, called “Woow ”, made by “ Luigi Martini ” international hairstylist from ITA

Ph: Mauro Mancioppi
Make-Up: Chiara Artini, Alessandra Burali, Chiara Martini, Camilla Sensi
Stylist:  Giacomo Dini

hair-collections

news n°
93931
From gossip
07 Jul 2020
logo-giubra

 GIUBRA, azienda di Peschiera Borromeo (Milano), produttrice di articoli e attrezzature per parrucchieri ed estetisti consigliamo: ZEROCUT PLUS 1 & 2

GIUBRA presenta: ZEROCUT PLUS 1 & 2

Le caratteristiche del tosatore
ZEROCUT PLUS 1 & 2

Potenza: 10w
TESTINA TAGLIO ZERO
LED DISPLAY
4 rialzi 1,5 MM – 3 MM – 6 MM – 9 MM
Batteria in litio
Tempo di ricarica: 150 minuti
Tempo di funzionamento: 150 minuti
Olio
1 SPAZZOLINO
ADATTATORE
100 – 240v 50/60 Hz

Disponibile in 2 colori

2338-05AN col. Argento/Nero ZEROCUT PLUS1
2338-08RN col. Rosso/Nero ZEROCUT PLUS 2

GIUBRA presenta: ZEROCUT PLUS 1 & 2

Contattaci per avere maggiori informazioni!

Email: giubra_milano@globelife.com
Visita il sito

news n°
147879
From beautynews
09 Jul 2020
Avete presente l'iconica shopper di cartone in verde di Tiffany&Co. che viene consegnata all'acquisto di ogni gioiello? Da oggi è diventata un accessorio di lusso. La nota gioielleria l'ha trasformata in una shopping bag di pelle, il cui prezzo supera i mille euro.
news n°
93849
From gossip
03 Jul 2020

Salon International returns to ExCel London from 10-12 October 2020 to support the hairdressing industry after a challenging year

salon international 2020

Salon International is back doing what it does best: celebrating the art, talent and community of hairdressing and reaffirming the business value of the industry.

With British hairdressing widely accepted as the best in the world, Salon International has long been at its heart. And, while the last few months have seen business put on hold, the coronavirus lockdown has also seen hairdressing in the spotlight more than ever, as clients across the country realised just how much they relied on professionals to make them look good and feel fantastic.

Salon International takes place at ExCeL London from 10th – 12th October 2020

Now, as salons prepare to reopen there are new challenges; from running a safe, socially-distanced salon to finding creative solutions for clients and teams.  Such creative solutions are found by joining together.  Salon International returns to help the industry to navigate this new landscape and provide a platform of inspiration for salons and hairdressers to boost their business in a post-lockdown world with education, trends and products to put them ahead of the game.

SALON INTERNATIONAL LONDON 2020 : a Celebration of Colour

Colour has always been the biggest profit driver for salons, and in a post lockdown world it’s more important than ever. Salons will be facing drastic root regrowth and colour corrections galore and reassessing clients who have decided to grow out their greys gracefully during three months at home. With this in mind, Salon International will, this year, feature its first ever bespoke Colour Stage: a dedicated stage with open prep area and a schedule of education and experts talking about all aspects of the colour business. The show will also welcome colour houses from across the world as exhibitors, from big names to indie brands offering something new.

Colour has always been big business for salons and that’s never been more true than now, when clients are desperate to get back to the salon. Going forward, salons will need to think creatively about the colour services they offer, the products they’re using and how they can continue to provide dynamic and exciting results for clients. That’s why we’re putting colour at the heart of Salon International this year, with more education and inspiration than ever. Our guest artists and brands will be providing no shortage of creative solutions and ideas, from the commercial colour business through to inspirational looks, all of which reminds hairdressers why they love what they do!

Jayne Lewis-Orr, Executive Director of Salon International

Safety Measures for Salon International 2020

The Salon International team continues to consult as the event approaches to ensure the most up to date measures are in place. The team will implement changes steered by Government requirements along with ExCeL London and industry expert advice.

news n°
93741
From gossip
01 Jul 2020
Emma Combe International Hairstylist

Find put the latest hair collection, called “VEGAN ”, made by “ Emma Combe ” international hairstylist from UK

Ph: Lee Howell
Make-Up: Rosie Fraser, That Rosie Glow
Stylist: Emma Thomson

hair-collections

news n°
147889
From beautynews
09 Jul 2020
Levante ha lanciato la sua hit dell'estate, si intitola "Sirene" e tra qualche ora verrà accompagnata da un video esclusivo. Per l'occasione la cantante ha cambiato look in modo drastico, dicendo addio al long bob e sfoggiando un caschetto cortissimo con la frangia.
news n°
94022
From gossip
08 Jul 2020

FANOLA by PETTENON : primo brevetto ACTIVE MIRACLAY TECHNOLOGY è la prima tecnologia a base di argilla naturale che agisce sulla parte esterna del capello allineando le fibre

Fanola No More Argilla

FANOLA del Gruppo PETTENON, marchio specializzato nel Professional Hair Care, lancia una gamma compatta di prodotti per capelli difficili, ribelli e crespi per nutrire, condizionare, districare e ottenere una piega duratura.

Nuova rivoluzione in casa FANOLA: dopo il successo internazionale della linea No Yellow, il brand Padovano punta a farsi ricordare per un brevetto davvero unico nel suo genere, che parte da un ingrediente essenziale che trova origine dalla terra: l’Argilla.

FANOLA NO MORE dà forma alla bellezza delle donne offrendo una nuova categoria di prodotto con una tecnologia patent pending a livello italiano ed internazionale: THE STYLING MASK, la prima Maschera di Fanola che unisce le proprietà emollienti e condizionanti di un districante a quelle di uno styling per ottenere una piega naturale e duratura, senza l’utilizzo di ulteriori prodotti di styling.

Basta eccessi di ingredienti (in No More ci sono solo gli ingredienti indispensabili e soprattutto ad alta funzionalità), basta materie prime sintetiche (in No More la formulazione è completamente senza siliconi) e basta sprechi d’acqua (in No More test confermano la minor quantità d’acqua in fase di risciacquo per una maggiore sostenibilità)

Due referenze, Shampoo e Maschera, per un segreto nascosto nella ACTIVE MIRACLAY TECHNOLOGY, la tecnologia a base di un ingrediente di origine naturale, l’Argilla, che si deposita sulle cuticole del capello diminuendo le discontinuità, presenti soprattutto nei capelli danneggiati.

La linea comprende:

  • THE PREP CLEANSER uno shampoo senza siliconi e con un’alta percentuale di naturalità per una chioma pulita e leggera più a lungo
  • THE STYLING MASK una maschera veloce ed efficace che controlla il volume e riduce il tempo di asciugatura finale, facilitando lo styling e aumentandone la durata.

CREDITS Hair: Fanola artistic team

Richiedi ulteriori informazioni. info@globelife.com

news n°
93946
From gossip
07 Jul 2020

Le collezioni (630 photo) degli Hairstylists
più famosi al mondo
I migliori 100 prodotti del mercato !

BEAUTYBAZAR 2020 GRATIS

Compila il form per RICHIEDERE IL BOOK
GRATIS

https://www.globelife.com/info/index.php?m=facebook

BEAUTYBAZAR è il manuale enciclopedico (stampato e on-line) dedicato ai parrucchieri e agli operatori (aziende, rappresentanti, grossisti/ distributori, parrucchieri) del settore moda-capelli.

Ogni anno BEAUTYBAZAR raccoglie i migliori prodotti e accessori professionali per parrucchieri ed estetica, l'arredamento per Saloni, indirizzi e contatti dei migliori grossisti della bellezza, il calendario delle fiere internazionali del settore.

Quest'anno BEAUTYBAZAR 2020 ha affiancato ad ogni prodotto alcune foto scelte fra le collezioni MODA-CAPELLI di stilisti internazionali.

Sfogliarlo è un vero spettacolo !

RICHIEDILO E' GRATIS

Tel: 0331-1706328
Wapp: 333-3247318

news n°
147884
From beautynews
09 Jul 2020
Valentino presenta la collezione Resort 2021 in una serie di scatti con protagonista Mariacarla Boscono 

Semplificare per migliorare, minimizzare per espandere gli orizzonti creativi. Valentino opera una purificazione formale per la sua collezione Resort 2021, puntando su un ascetismo estetico in cui la bellezza si svela attraverso l'essenzialità. I capi creati da Pierpaolo Piccioli sono geometrie tessili - caftani, gonne e abiti sono un'espansione naturale del corpo - con proporzioni fluide e armoniose che tramutano lo spazio fisico in una tela su cui proiettare la propria immaginazione. 

Courtesy Valentino

Come ampie macchie di tempera, i colori si diluiscono su tessuti corposi e al contempo leggeri: una cappa Borgogna ricorda il movimento del vino in bottiglia, visto attraverso la distorsione del vetro; il rosa di un pantalone palazzo è acceso e vivido come quello di un bocciolo tardivo che attende mesi per saturare le sue sfumature; l'oro di un abito con effetto metallico ha la grana grezza di una pepita, brillante ma venata da residui di roccia polverosa. 

Courtesy Valentino

Le consistenze vengono stravolte attraverso la fotografia. Seta azzurra ricamata viene fissata al suolo dall'acqua del mare che ne bagna i bordi, mentre una tunica in denim è alleggerita dalla potenza di una folata di vento fittizia. Materici sono gli accessori, solidi e tattili, con fiori, fiocchi, borchie in pelle o paglia che si disseminano sulle Atelier Bag e sulle Atelier Shoe, elemento che enfatizza l'heritage artigianale della maison. I cappelli sono creati in collaborazione con Borsalino, riportando alla mente a visioni cinematografiche di vacanze italiane. 

Courtesy Valentino

A presentare una collezione intrisa di astrazione concettuale e di semplicità rarefatta è Mariacarla Boscono, musa del Direttore Creativo, immortalata in un contesto rurale di piante, muri in pietra e sprazzi marini - è l'aridità mediterranea di Nettuno, casa di un Piccioli fotografo - in una conversazione intima con la macchina fotografica che in ogni scatto conserva il ricordo di una giornata fra amici.

Courtesy Valentino

In uno pseudo minimalismo che esalta la qualità del dettaglio prescindendo dalla struttura del capo, la collezione Resort 2021 di Valentino è un invito a riscoprire la sostanza a scapito della forma, a cogliere la bellezza di una sfumatura piuttosto che di una balza, la sensazione del tessuto fra i polpastrelli al posto della visione psichedelica di un ricamo, concependo l'abbigliamento come la base di partenza per un mondo di infinite possibilità.

Courtesy Valentino
news n°
93746
From gossip
01 Jul 2020

VELVET by CPM
presenta
la CERA DEPILATORIA LIPOSOLUBILE all'Ossido di Zinco

cere liposolubili professionali

VELVET è una cera liposolubile di altissima qualità. Garantisce un’epilazione super-efficace in ogni periodo dell’anno. Facilissima da stendere anche a bassa temperatura, risultati eccezionali anche su peli corti e resistenti.

CPM è un BRAND premiato
che si è meritato
l’inserimento fra
i 100 migliori prodotti
scelti da BEAUTY BAZAR 2020


Per maggiori informazioni; info@globelife.com

news n°
93824
From gossip
03 Jul 2020
Sebastian Curyło International Hairstylist

This Collection, it is an artistic expression of today’s world issues. MENTAL is an answer to pursuit of perfection, strongly created by addictive Social Media. It is a reaction to the desire for money, contamination of the natural environment and the time which slips through our hands uncontrollably.

Ph: Mateusz Bortlik
Team Curyło: Ewelina Brożek, Justyna Biskup,
Izabella Pietruszka-Kluska, Barbara Sędłak
Stylist: Anna Nowak-Curyło
Make-up: Klaudia Regiec
Backstage photographer: Jakub Lichorobiec
Models: Anastasiia Radko, Marta Robak,
Malwina Strządała, Marianna Skupień

hair-collections

news n°
147894
From beautynews
09 Jul 2020

Il mondo della moda scende in campo ancora una volta per sostenere un importante progetto di raccolta fondi, VEstiamo Vicini, a favore della Fondazione IEO-CCM, l’ente senza scopo di lucro che sostiene la Ricerca dell’Istituto Europeo di Oncologia e del Centro Cardiologico Monzino.    Un’iniziativa solidale che consentirà a chiunque sia appassionato di moda, ma anche di gioielli e beauty, di dare un prezioso contributo al sostegno di medici e ricercatori impegnati, oggi più che mai, nella ricerca di cure innovative e personalizzate, e di sistemi diagnostici sempre più efficaci in ambito oncologico e cardiovascolare perché sempre più vite siano salvate.  

Gucci
Gucci

 Oltre 70 brand prestigiosi hanno generosamente messo a disposizione più di 130 prodotti (tra abiti, scarpe, gioielli, profumi e oggetti per la casa) con offerte vantaggiose che possono essere selezionate online, comodamente da casa, per sostenere la ricerca scientifica della Fondazione IEO-CCM. A questo link è possibile accedere all’e-commerce solidale al seguente link https://www.fondazioneieoccm.it/vestiamo-vicini/ per visualizzare tutte le proposte di - tra gli altri - Gucci, Prada, Miu Miu, Alberta Ferretti, Church’s, Zegna, Missoni, Alexander McQueen, Moschino, Dsquared2, Ermanno Scervino, Tod’s, Roger Vivier, Sergio Rossi, Philosophy di Lorenzo Serafini, The Complainers, MSGM, Max Mara, Etro, Coccinelle, Luisa Beccaria, Blazé Milano, Hussain Harba, CO|TE, The Bridge, Tommy Hilfiger, Zanotti, Simonetta Ravizza ma anche i gioielli di Chopard, Piaget e Spallanzani e i cofanetti di Acqua di Parma.

Chopard
Chopard

L’iniziativa è una delle numerose attività digitali messe in campo dalla Fondazione IEO-CCM a supporto della ricerca oncologica e cardiovascolare. In queste settimane, inoltre, i ricercatori dell’Istituto Europeo di Oncologia hanno messo a punto un test sierologico per la ricerca di anticorpi anti Sars-CoV-2 al fine di verificare quanto sia protetto chi è già guarito da coronavirus e quante sono le probabilità che possa infettarsi di nuovo. Il Centro Cardiologico Monzino è impegnato nello studio dei legami Covid e cuore, e ha sviluppato linee guida e risultati di ricerca di grande valore per i cardiologi di tutto il mondo.   VEstiamo Vicini non è solo “shopping a fin di bene”, ma un’occasione per agire, per partecipare attivamente al miglioramento del nostro futuro.

In apertura: outfit di Luisa Beccaria

news n°
93893
From gossip
06 Jul 2020
Adrian Gutierrez International Hairstylist

The inspiration came from a smashup of different textures of the 1940's an 1970's with waves of afro texture to create an eclectic modern vibe

Ph: Damien Carney
Make-up: Joanne Gair
Stylist: Nikko Kefalas

hair-collections

news n°
93862
From gossip
news n°
93839
From gossip
03 Jul 2020
studio 48 ravenna

Opening per il Salone STUDIO 48

Inaugurazione con brindisi e feste nel Salone ravennate ( Via Baracca 43 Lugo - RAVENNA) diretto da ANDREA FABBRI, hairstylist e consulente d’immagine diplomato presso la prestigiosa Lookmaker Academy sita all’interno del quadrilatero della moda di Milano

La filosofia aziendale ha preso una direzione chiara: salute e bellezza sono i cardini sui quali si fonda la ricerca artistica del Salone e la bellezza è in primis il risultato della salute.

La salute dei capelli si raggiunge infatti attraverso l’uso esclusivo di prodotti di altissima qualità: ecco perché STUDIO 48 si propone come Consulente d'Immagine, cogliendo la vera essenza dell’essere umano nella sua unicità, al fine di esaltare i punti forti e nascondere i punti deboli di ognuno.

STUDIO 48 è sulla TOP HAIRSTYLISTS 2020 !!

GUARDA QUI

studio 48 TOP HAIRSTILISTS
news n°
147880
From beautynews
09 Jul 2020
La ROGER Centre-Court 0-Series è la prima sneaker immaginata e disegnata da Roger Federer. E non è per niente male!
news n°
147878
From beautynews
09 Jul 2020
Here’s some scream-inducing information about your filthy, filthy phone.
news n°
147886
From beautynews
09 Jul 2020

Preziosa, romantica, sofisticata. La nuova collezione Autunno Inverno 2020 2021 di Chanel Haute Couture è stata svelata. Ed è l'attento occhio del fotografo Mikael Jansson a raccontarcela, attraverso 30 scatti che mettono in evidenza la magnificenza dei capi, impreziositi dalla linea Chanel High Jewelry. A ispirare il direttore creativo Virginie Viard questa volta è ‘la nobile autorità delle eroine’ nei dipinti del XIX secolo insieme al mondo di Karl Lagerfeld. Un punto di partenza che ha alla base un desiderio di opulenza e raffinatezza, come rivela la stessa fashion designer.

"La donna di questa stagione è una principessa punk che esce da ‘Le Palace’ all'alba", dice Virginie Viard. “Indossa un abito di taffetà, ha una pettinatura appariscente, piume e molti gioielli. Questa collezione è più ispirata a Karl Lagerfeld che a Gabrielle Chanel. Karl sarebbe andato a 'Le Palace', e avrebbe accompagnato queste donne molto sofisticate e molto eccentriche".

Mentre la collezione Haute Couture Primavera Estate 2020 è stata chiaramente influenzata dalla semplicità e dal rigore dell'abbazia di Aubazine, dove Gabrielle Chanel era stata da bambina, i trenta look della collezione Haute Couture Autunno Inverno 2020 21 sono, invece, contrassegnati da un desiderio che va verso il lusso vero.

“Mi piace lavorare in questo modo, andando nella direzione opposta rispetto all'ultima volta. Puntavo alla complessità", ha detto la fashion designer. 

Ma partiamo dal tweed, iconico materiale carissimo alla maison, che, attraverso lavorazioni lunghe e complesse, per l'occasione riesce a trasformarsi persino in abito da sera. Tutti i partner di Chanel, compresi i Métiers d’art Lesage e Montex, così come Lemarié e Goossens, hanno contribuito a realizzare i preziosi tweed arricchiti da paillettes, strass, pietre e perline. 

Non manca, naturalmente la versione classica (ma non meno preziosa) del celebre tailleur Chanel.

Le applicazioni floreali 3D vanno a decorare anche velluti pesanti declinati su silhouette importanti dal design essenziale. 

Non solo classico tailleur con gonna lady-like. I blazer - stretti in vita e svasati nella parte inferiore - si ispirano al passato e sono perfetti con i pantaloni.

Della collezione fanno parte anche una serie di abiti corti illuminati da applicazioni e colori accesi, che mettono in evidenza il côté più leggero e frizzante dell'ispirazione alla base dei capi. 

Guardate il video dedicato alla collezione.

Scoprite la sfilata completa della collezione Chanel Haute Couture Autunno Inverno 2020 2021 qui.

news n°
147890
From beautynews
09 Jul 2020

Kate Middleton è la Regina o è Diana? La risposta, secondo gli esperti, non è così scontata. Come al solito, infatti, l'estate porta solitamente due differenti ondate: quella di caldo e quella delle voci sulla Famiglia Reale inglese. 

In questo 2020, che si è aperto con lo tsunami del divorzio di Harry e Meghan da Buckingham Palace, l'estate ora non è altro che una coda lunghissima di notizie, voci e analisi sui singoli membri della monarchia inglese. Dopo la ridda di rivelazioni provenienti dalle nuove uscite editoriali concentrate sui royals, ora sono gli esperti a scatenarsi sui profili delle singole figure tra cui, ovviamente, spicca Kate Middleton nel perenne confronto con la cognata Meghan Markle. E, di conseguenza, dei paragoni con le altre due figure femminili indimenticabili della famiglia: Diana e la Regina.

Oggi giunge il responso definitivo degli esperti di reali che sono unanimi nell'affermare che Kate Middleton sia di fatto uguale a Sua Maestà Elizabeth II. I motivi? Eccoli. 

Royal Garden Party: i look più esclusivi di sempre
Coat dress Alexander McQueen, scarpe Gianvito Rossi, cappello Juliette Botterill, clutch Loeffler Randall.
Kate Middleton - 2019
Coat dress Alexander McQueen, scarpe Gianvito Rossi, cappello Juliette Botterill, clutch Loeffler Randall.
WPA Pool
Abito Goat, cappello Philip Treacy.
Meghan Markle - 2018
Abito Goat, cappello Philip Treacy.
DOMINIC LIPINSKI
Coat dress Christopher Kane, scarpe Gianvito Rossi, cappello Sylvia Fletcher for John Lock & Co.
Kate Middleton - 2017
Coat dress Christopher Kane, scarpe Gianvito Rossi, cappello Sylvia Fletcher for John Lock & Co.
AFP
Abito Alexander McQueen.
Kate Middleton - 2016
Abito Alexander McQueen.
DAN KITWOOD
Abito Emilia Wickstead.
Kate Middleton - 2012
Abito Emilia Wickstead.
Anthony Devlin - PA Images
Lady Diana - 1993
Lady Diana - 1991Princess Diana Archive
Lady Diana - 1981Mirrorpix
La Regina Elisabetta II - 1943PA Images

In primis la sua incredibile, totale, impenetrabile discrezione che non ha mai ceduto un solo centimetro tanto da aver risposto una sola volta alle voci incontrollate su una sua possibile crisi di nervi.

Kate Middleton
Celebrities Attend Wimbledon 2019
Kate Middleton
Getty Images

Inoltre secondo Victoria Murphy, scrittrice specializzata nei Reali inglesi, la Duchessa di Cambridge sarebbe più una team player che una leader, dedita più al successo del gruppo che al suo trionfo personale (che sembra essere una peculiarità che i commentatori rimandano a Diana e, probabilmente, anche a Meghan). Ultimo, ma non ultimo, l'amore di Kate per l'aria aperta, per la vita agreste, per il giardinaggio e le piante che fa il paio con la passione pluridecennale di Sua Maestà.

Kate Middleton: i brand inglesi scelti per i suoi outfit
Kate ha indossato questo abito floreale per l'applauso che la bella famigliola ha dedicato alle persone impegnate nella lotta al COVID-19.
Ghost
Kate ha indossato questo abito floreale per l'applauso che la bella famigliola ha dedicato alle persone impegnate nella lotta al COVID-19.
Instagram
Questo completo maschile con giacca doppiopetto, declinato nei toni del rosa, lo ha scelto recentemente per la visita al London Ambulance Service 111 control centre.
Marks & Spencer
Questo completo maschile con giacca doppiopetto, declinato nei toni del rosa, lo ha scelto recentemente per la visita al London Ambulance Service 111 control centre.
Instagram
Di grande eleganza questo cappotto doppiopetto con dettagli di velluto. Kate lo ha indossato diverse volte, l'ultima alla messa del Commonwealth Day 2020.
Catherine Walker
Di grande eleganza questo cappotto doppiopetto con dettagli di velluto. Kate lo ha indossato diverse volte, l'ultima alla messa del Commonwealth Day 2020.
Dan Kitwood
Potrebbe sembrare esagerato dire che quando nell'aprile del 2011 ha sposato William è come se avesse sposato un po' anche Alexander McQueen. Ma di fatto, da quel momento, dopo aver indossato il suo magnifico abito da sposa realizzato dal direttore creativo Sarah Burton, Kate è diventata una cliente fedelissima del brand, innamorandosi soprattutto di cappottini e abiti formali.
Alexander McQueen
Potrebbe sembrare esagerato dire che quando nell'aprile del 2011 ha sposato William è come se avesse sposato un po' anche Alexander McQueen. Ma di fatto, da quel momento, dopo aver indossato il suo magnifico abito da sposa realizzato dal direttore creativo Sarah Burton, Kate è diventata una cliente fedelissima del brand, innamorandosi soprattutto di cappottini e abiti formali.
Chris Jackson
Luminoso e scintillante questo abito dalle maniche a palloncino decorato con romantiche ruches. Kate l'ha indossato a Dublino, per un evento che si è tenuto al celebre Gravity Bar.
The Vampire’s Wife
Luminoso e scintillante questo abito dalle maniche a palloncino decorato con romantiche ruches. Kate l'ha indossato a Dublino, per un evento che si è tenuto al celebre Gravity Bar.
WPA Pool
Raffinatissimo e sofisticato, severo e rigoroso. Questo abito di Eponine, in tweed con bottoni gioiello, possiede decisamente il ‘fattore Royal’. Con questo look Kate ha assistito a
Eponine
Raffinatissimo e sofisticato, severo e rigoroso. Questo abito di Eponine, in tweed con bottoni gioiello, possiede decisamente il ‘fattore Royal’. Con questo look Kate ha assistito a "Dear Evan Hansen", una performance che si è tenuta per sostenere la Royal Foundation del Noel Coward Theatre.
Karwai Tang
Per l'opening del V&A Photography Centre al Victoria & Albert Museum, Kate ha scelto ancora una volta l'impeccabile tweed, illuminato da bottoni gioiello, spille e da una cintura di raso.
Erdem
Per l'opening del V&A Photography Centre al Victoria & Albert Museum, Kate ha scelto ancora una volta l'impeccabile tweed, illuminato da bottoni gioiello, spille e da una cintura di raso.
Max Mumby/Indigo
Alla seconda giornata di Wimbledon 2019, Kate, madrina del grande evento sportivo, ha sfoggiato un abito chemisier bianco con bottoni e cintura di colore nero a contrasto.
Suzannah
Alla seconda giornata di Wimbledon 2019, Kate, madrina del grande evento sportivo, ha sfoggiato un abito chemisier bianco con bottoni e cintura di colore nero a contrasto.
Karwai Tang
I polka dot sono un grande classico. Lo sa bene Kate che per la visita all'Evelina London Children's Hospital li sceglie in versione sofisticata, declinati su un abito midi con bottoni preziosi.
L.K. Bennett
I polka dot sono un grande classico. Lo sa bene Kate che per la visita all'Evelina London Children's Hospital li sceglie in versione sofisticata, declinati su un abito midi con bottoni preziosi.
Chris Jackson
Un abito fatto di contrasti: la seducente trasparenza del pizzo insieme alla severità del taglio vittoriano. Kate l'ha sfoggiato al ricevimento organizzato a Buckingham Palace per celebrare il World Mental Health Day.
Temperley London
Un abito fatto di contrasti: la seducente trasparenza del pizzo insieme alla severità del taglio vittoriano. Kate l'ha sfoggiato al ricevimento organizzato a Buckingham Palace per celebrare il World Mental Health Day.
AFP Contributor
È uno dei suoi abiti più belli, forse anche perché le dona particolarmente. Questo long dress, con corpino aderente e gonna morbida e fluttuante, fatto di delicato tulle plissattato e pizzi, è stato sfoggiato recentemente dalla Duchessa al Tusk Conservation Awards 2018.
Jenny Packham
È uno dei suoi abiti più belli, forse anche perché le dona particolarmente. Questo long dress, con corpino aderente e gonna morbida e fluttuante, fatto di delicato tulle plissattato e pizzi, è stato sfoggiato recentemente dalla Duchessa al Tusk Conservation Awards 2018.
Max Mumby/Indigo

Insomma, che sia arrivata anche la benedizione dei tabloid in vista di una successione diretta al trono?

Encyclopedic hair website

理发师词典

Salehaircolor.net, 理发师, 头发, 健康, 美容美发, 发型照片, 发型, 美学, 销售, 秃头护理, 头发下降, 着色, 日晒, 巴莱奇, 美发, 沙图什, deja-vu, Salehaircolor.net, Globelife, fiera parrucchieri, marche prodotti capelli, settore parrucchieri, aziende tinture capelli, produttori prodotti professionali parrucchieri, fabbrica linee prodotti conto terzi, private label, accessori capelli, Salehaircolor.net, rivenditori prodotti parrucchieri, grossisti venditori prodotti per capelli, concessionari prodotti per parrucchieri, agenti parrucchieri, saloni di bellezza, ricerche di mercato nel settore della moda capelli, attrezzature per parrucchieri, infoltimento capelli, informazioni capelli, Salehaircolor.net, notizie prodotti parrucchieri, arredamento negozi di acconciatura, import export, forniture parrucchieri

X

privacy